Uncategorized

L’Assessore Bosco sui problemi di parcheggio di San Felice

Riprendiamo, sperando di fare cosa utile, le dichiarazioni ufficiali dell’Assessore Bosco relative al problema parcheggi di San Felice

Problema Parcheggi San Felice - dichiarazioni Santina Bosco

Problema Parcheggi San Felice – dichiarazioni Santina Bosco

 

Il tema del parcheggio a San Felice è ormai annoso. Da Assessore al quartiere, ho frequentissimi rapporti con i residenti e conosco le opinioni ed i desideri di parecchi di loro; come Amministrazione ne abbiamo già discusso negli incontri con l’Amministratore del Condominio Centrale.

Le lamentele sui parcheggi riguardano anche la via Anulare, ma il tema è più “caldo” al Centro Commerciale. Qui vorrei solamente passare alcune informazioni in merito, perché i cittadini siano a conoscenza dello stato delle cose.

I sanfelicini dicono che le troppe auto a San Felice sono soprattutto rilevate la mattina e sono in buona parte dovute al personale degli uffici limitrofi; in taluni casi invece si tratta di auto lasciate da persone che poi partono da Linate e trovano nel Centro Commerciale di San Felice un parcheggio sicuro a costo zero, anche per diversi giorni.

È vero che una decina di anni fa è stata istituita la zona disco, che in seguito è stata sospesa: ciò è successo al momento della ristrutturazione della piazza del Centro Commerciale, in via temporanea, in attesa della nuova segnaletica e per non complicare ulteriormente la vita ai residenti.

Gira la voce che attualmente non siano mai irrogate sanzioni da parte dei vigili segratesi perché sarebbero annullate da un semplice ricorso: ciò non risponde completamente a verità. È vero che vengono multate solo le infrazioni più serie (es. parcheggio in stallo riservato ai disabili, oppure in modo tale da intralciare le altre auto), ma è falso che un ricorso darebbe luogo all’annullamento della multa.

Le strade che portano al Centro Commerciale sono di pubblico passaggio e sono soggette al Codice della Strada. I residenti desidererebbero avere qui una quota di parcheggi con strisce gialle per loro ed un’altra quota a sosta oraria soggetta a pagamento; però va anche rispettata l’opinione di commercianti della piazza, che sono condomini anch’essi e pagano quindi le spese condominiali.

Qualcuno ha proposto di trasformare le guardie private del quartiere in ausiliari della sosta, ma a Segrate non ce ne sono le condizioni: infatti queste figure nascono da un accordo del Comune di Milano con ATM, con l’obiettivo di evitare l’intralcio al traffico. Per dirimere la questione, l’Amministratore del Condominio Centrale si è impegnato a fornire al Comune il report sulla frequentazione del Centro Commerciale, di cui è in possesso: questo documento sarà utilissimo per affrontare il problema trovando la migliore soluzione, che rispetti le regole e possa soddisfare le necessità dei cittadini tutti.

Tags: ,

One Response to “L’Assessore Bosco sui problemi di parcheggio di San Felice”

  1. On November 13, 2015 at 10:10 Cesare Lenisa responded with... #

    Carissimi,

    anni fa, da consigliere comunale, presentai una mozione per la creazione di una ZRU al centro commerciale di San Felice, presupposto per la creazione di posti auto “strisce gialle” per i residenti. A Milano Due è stata creata dalla passata amministrazione, qui ovviamente no…mozione respinta.
    Sul discorso posti a pagamento…è una questione complessa. L’area, seppur di libero transito, è privata. Quindi gli eventuali introiti non potrebbero che andare a beneficio del Condominio centrale, a carico del quale capo le spese di manutenzione, non certo al Comune.

Add your response

Diventa Fan del Circolo PD Segrate su Facebook!